DDT... RISOLVE!

Disinfestazione, Derattizzazione, Trattamenti


Zona Industriale, 88 - Pederobba (TV)
Tel. e Fax 0423.681910 - C.F. e P.IVA 03565990268
info@ddtdisinfestazioni.it

DERATTIZZAZIONE

Per derattizzazione intendiamo la bonifica di un’area ben definita dalla presenza di roditori molesti. Per farlo si usano esche avvelenate diverse per principio attivo, colore, forma e struttura.
L’uso sconsiderato di massicce e mal distribuite quantità di esche topicide, significa inquinare e rendere pericolosa un’area e, quasi mai, porta all’eliminazione del problema. Infatti, distribuire veleno con attrattivo alimentare, che richiama altri roditori (scoiattoli, ricci, ...), in modo non corretto senza le dovute precauzioni, sortisce l’effetto inverso, in altre parole, quello di rendere insicuro l’ambiente in cui viviamo.

Mus Musculus

MUS MUSCULUS
Regno: Animalia Famiglia: Muridae
Tipo: Chordata Genere: Mus
Classe: Mammalia Specie: Musculus
Ordine: Rodentia    
 Il topo comune (Mus musculus) è un piccolo mammifero roditore della famiglia dei Muridi.
Viene anche chiamato topo domestico, per differenziarlo dal topo selvatico (Apodemus sylvaticus). Si tratta della specie di gran lunga più diffusa del genere Mus, rappresentato nel mondo da una quarantina di specie: il topo domestico si può infatti trovare comunemente in quasi tutti i paesi del mondo, prevalentemente come inquilino dell’uomo, che involontariamente gli procura vitto ed alloggio, ma non sempre in armonia con esso, in quanto i topi possono arrecare danni anche ingenti alle colture ed alle dispense di cibo, oltre a rendersi vettori di una serie di malattie, come la leishmaniosi.
 Si tratta di animali attivi perlopiù dopo il tramonto: anche durante la notte, comunque, si tengono ben lontani dalle fonti di luce violenta.
Durante il giorno, i topi riposano in tane, poste in luoghi riparati e foderati con vari materiali, come cartone, stoffa ed erba. Il topo non va in letargo, a differenza di molti altri roditori: esso si adatta infatti molto bene ad ambienti freddi (purché vi sia disponibilità di cibo), al punto che se ne trovano popolazioni stabili anche all'interno di celle frigorifere.
Si tratta di animali tendenzialmente onnivori: mangiano perlopiù prodotti di origine vegetale, ma all'occorrenza non disdegnano carne e latticini. Si rivela infondata la credenza popolare secondo la quale il topo sarebbe un animale ghiotto di formaggio.
Il topo ricava l'acqua di cui necessita per la massima parte dal cibo: in ogni caso necessita anch'esso di bere ogni tanto.
Rattus Rattus

RATTUS RATTUS
Regno: Animalia Famiglia: Muridae
Tipo: Chordata Genere: Rattus
Classe: Mammalia Specie: Rattus
Ordine: Rodentia    
 Il ratto nero o ratto comune (Rattus rattus) è un mammifero roditore appartenente alla famiglia dei Muridi, diffuso in Europa, Africa, Asia e Indonesia.
Rattus rattus viene comunemente chiamato ratto delle navi per distinguerlo dal ratto delle chiaviche (Rattus norvegicus), anch'esso chiamato a volte ratto nero, dal quale però si differenzia per la struttura più slanciata e per le orecchie completamente nude, contrariamente a quelle, ricoperte di sottili peli, del ratto delle chiaviche.
La lunghezza del corpo, compresa la testa, è di 16-23 cm, mentre la coda spelata e con anelli di scaglie è lunga circa 25 cm. Il peso è molto variabile, ma può raggiungere i 250 g.
 Al pari dei ratti delle chiaviche, il ratto nero è onnivoro e mangia qualsiasi cosa possa digerire. È particolarmente ghiotto di cereali e di grano che mangia riuscendo ad introdursi nei silos portuali, provocando seri danni contaminando le merci con i suoi escrementi.
Anche se tutti i ratti sono pericolosi alla nostra salute per la loro abitudine di vivere in mezzo alle immondizie, questo ratto è più pulito di quelli delle chiaviche sia per il modo di nutrirsi che per le sue abitudini di dedicare un certo tempo alla toilette meticolosa delle zampe e del pelo.
Rattus Norvegicus

RATTUS NORVEGICUS
Regno: Animalia Famiglia: Muridae
Tipo: Chordata Genere: Rattus
Classe: Mammalia Specie: Norvegicus
Ordine: Rodentia    
 Il ratto grigio o ratto delle chiaviche o surmolotto o pantegana (Rattus norvegicus Berkenhout) è un mammifero roditore della famiglia dei Muridi.
In natura, la specie è associata a fiumi, stagni ed in genere a sorgenti permanenti d'acqua anche salmastra, dal livello del mare alla media collina: si tratta tuttavia di una specie spiccatamente antropofila, che predilige ambienti ad antropizzazione forte e permanente, colonizzando le fognature (da cui il nome di "ratto delle chiaviche", in contrapposizione al ratto dei tetti che predilige aree asciutte), le discariche ed in generale le zone dove vi è una forte dispersione di cibo ed una scarsa igiene.
 Si tratta di animali attivi principalmente durante la notte. Quando escono dalle proprie tane per procacciarsi il cibo, spesso i ratti vengono a trovarsi al di fuori del proprio territorio: in queste occasioni essi fanno affidamento alla loro memoria, che pare essere assai sviluppata, muovendosi lungo piste memorizzate che portano a sorgenti di cibo.
I ratti vivono perlopiù in gruppi formati da una coppia progenitrice, ossia la prima che si è stabilita in un determinato territorio, e dalla sua numerosa discendenza: nell'ambito di un gruppo si ha una predominanza dei maschi rispetto alle femmine ed a loro volta i maschi sono subordinati l'uno all'altro in ordine di stazza.